Articolo originale del Dr. Giorgio Alt

Cari lettori, sono finiti i tempi felici di Peppone e Don Camillo, oramai è guerra totale – tutti conto tutti, rispetto per nessuno! – ed il grado di incazzatura dei cittadini/elettori italiani ha raggiunto un livello davvero preoccupante.

La frustrazione del popolo, quello a cui secondo l’articolo 1 della costituzione appartiene la sovranità, sta montando di giorno in giorno. E, vista la “rood map” delle prossime tornate elettorali regionali, dobbiamo aspettarci una campagna elettorale permanente furibonda e senza esclusioni di colpi (ormai nulla è proibito). Umbria – 27 ottobre (ufficiale); Emilia Romagna – novembre (data da decidere); Calabria – novembre (data da decidere).

Un povero cristo , già massacrato da tasse assurde ed inique e da burocrazie allucinanti, che si trova a subire servizi pubblici sempre più indecenti se non fatiscenti, vota per qualcuno che gli promette bonus da 80€ e/o redditi di cittadinanza con improbabili “navigators”… ed in men che non si dica si ritrova tradito: le tasse anziché diminuire aumentano, le banche ti truffano, gli islamici ti invadono, etcc.
L’incubo della Grecia e dei loro bambini sterminati da burocrati indegni aleggia nei nostri peggiori presagi.

Slobodan Milošević è stato processato per crimini contro l’umanità … a Christine Lagarde invece non solo nessuno gli ha chiesto conto dei 700 bambini greci soppressi dalle sue politiche, ovvero hanno avuto il coraggio di nominarla “President of the European Central Bank” … complimenti Madame !!

…quanti ne sopprimerete questo prossimo giro !??

 

 

Vedi >> “L’Austerity ha ucciso 700 bambini in Grecia e nessuno lo dice”

 

► Francesco Amodeo

 

Flash Mob in memoria dei bambini morti di austerity:

Forte dei miei giovanili studi di Medicina e della pratica professionale trentennale ho riflettuto e sono giunto alla conclusone che una terapia sia utile in questo momento alla grande maggioranza di chi soffre da sindromi da stress post traumatico socio-politico.

L’effetto placebo è ben conosciuto e scientificamente documentato ampiamente in letteratura, perché non applicarlo in pratica alla socialità?

Il concetto di base è assimilabile al meccanismo della valvola di sovra-pressione presente in tutte Moka (macchine per fare il caffè) e/o pentole a pressione ad uso domestico.

Nel caso la pressione interna (il vapore che si produce per riscaldamento sui fornelli) raggiunga valori che comportano pericolo di esplosione del contenitore, la valvola – aprendosi automaticamente – consente di riportare la situazione a livelli di sicurezza.

Mutando lo scenario dalla fisica, che determina le leggi dei gas, alle scienze sociali e politiche: possiamo assimilare la funzione delle religioni a quella che nella Moka sovraintende a mantenere l’equilibrio e di conseguenza la sicurezza del sistema ed impedire eventi deflagranti disastrosi.

Permettetemi di riportare la citazione di Karl Marx https://it.wikiquote.org › wiki › Karl_Marx

[…] l’uomo fa la religione, e non la religione l’uomo. … La religione è il sospiro della creatura oppressa, il sentimento di un mondo senza cuore, così come è lo spirito di una condizione senza spirito. Essa è l’oppio del popolo.

Ritratto di Karl Marx (1818–1883)

La Chiesa Cattolica ha assolto egregiamente per secoli la funzione di stabilizzatore socio-politico, come decine se non centinaia di altre religioni diverse negli ambiti socio-geo-politici più disparati.

Come tutti gli oppiacei anche quella che sto per suggerirvi richiede un avvertenza:
attenzione!  Può indurre dipendenza, usare con prudenza ed un minimo di giudizio.

Non è assolutamente nostra intenzione fomentare odio di qualsivoglia natura, semmai si tratta di sana ironia riconducibile al ormai sdoganato “Vaffanculo” mediatico, ampiamente profuso da parecchi attori mediatici (e comici ancorché politici o pseudo-tali).

Sappiamo tutti e ne siamo consci che le “Pastiglie Zigulì” sono semplice zucchero + aromi (sito ufficiale:  https://www.ziguli.it/ ),  eppure molti le assumono e ne traggono a loro dire un giovamento.

Allo stesso modo il “rito” che vi consiglio, dal punto di vista scientifico, non può portare alcun effetto sul soggetto raffigurato ed assurto a bersaglio ( per usare un termine anglosassone il “targhet”), men che meno nocumento ancorché ogni uno di noi confidi nella “Divina Provvidenza”.

Giunti a questo punto tutti voi vi starete chiedendo: Ma di cosa stiamo parlando ?

Stiamo palando di una Religione Afroamericana dai caratteri marcatamente esoterici e NON una corrente esoterica vera e propria.  Essa mescola elementi provenienti dall’animismo africano con nozioni tratte dal Cattolicesimo.  E ci interesseremo in particolare di un “rito” il “Voodoo Doll“ (Bambola Voodoo), detta anche “dagida” o “bambola della mente”.

E premetto subito che non riguarda solo la magia nera (quella che auspica malefici verso il “targhet”) , allo stesso tempo consiste anche di magia bianca (quella che propugna benefici, salute, guarigioni, amore, felicità, per il “targhet”). La “dagida” raffigura il bersaglio interessato da rituali di magia, quindi è solo un’icona presentata al proprio Dio affinché egli lo punisca o lo protegga.

Non dobbiamo pensare quindi che le “Voodoo Doll“ siano solo quelle figure di pezza con infilati dentro gli spilloni, ma sono un po’ come il crocifisso o il rosario per i cattolici: un simbolo, un’icona per mezzo della quale ci si avvicina spiritualmente al proprio Dio per rivolgere le proprie preghiere e chiedergli concessioni.

Per necessita editoriali passo ad un successivo articolo, se vi interessa continuate a seguirmi…

Clicka qui per continuare la lettura >>>>>

Voodoo la religione degli schiavi afroamericani

 

La nostra iniziativa editoriale si sostiene grazie alle vostre donazioni   

shortcode =

, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,
Similar Posts
Latest Posts from planetpolis.com

Lascia un commento